Pisani all’appello

Siamo circa 90mila, un po’ più femmine che maschi e meno di due per nucleo familiare: ma dal 1 ottobre riceveremo per posta i moduli per il censimento per ricontarci e capire chi siamo, come sono fatte le nostre famiglie e che cosa facciamo. Dati, anonimi, molto utili all’Istat per capire in che direzione stiamo andando.

Stanno per arrivare, a casa delle famiglie pisane, le lettere per il Censimento Permanente della Popolazione 2021. L’attività di rilevazione della popolazione e delle abitazioni da parte di Istat in tutta Italia inizierà ad ottobre e si concluderà a dicembre. Il censimento permetterà di conoscere le principali caratteristiche strutturali e socio-economiche della popolazione che dimora abitualmente sul territorio Italiano a livello nazionale, regionale e locale e di confrontarle con quelle del passato e degli altri Paesi. A partire dal 2018, col risultato di avere a disposizione informazioni continue e tempestive, l’Istat effettua la rilevazione censuaria con cadenza annuale e non più decennale.

Per quanto riguarda il Comune di Pisa, la popolazione residente ammonta a 90.888 unità, suddivisi tra 43.655 maschi e 47.233 femmine, per un totale di 47.646 nuclei familiari, con una media di componenti per nucleo familiare di 1,9.

“Il censimento – dichiara la vicesindaco Raffaella Bonsangue – darà la possibilità di avere contezza del numero e della composizione della popolazione sul territorio. La partecipazione, oltre ad essere un obbligo di legge e un dovere civico, fornisce dati importanti per programmare i servizi rivolti ai cittadini. Chiediamo quindi a tutte le famiglie che saranno individuate come campione di rilevazione, di collaborare fornendo le risposte e le informazioni necessarie sia per via telematica, che direttamente ai rilevatori che si recheranno a casa delle famiglie, nell’interesse dell’intera comunità”.

Il censimento verrà effettuato a campione: nel 2021 le famiglie che parteciperanno al censimento sono 2 milioni 472.400 in 4.521 Comuni su tutto il territorio nazionale. La partecipazione al censimento è un obbligo di legge e la violazione dell’obbligo di risposta prevede una sanzione oltre alla cancellazione dai registri anagrafici. La rilevazione sarà suddivisa in due tipologie distinte: se un membro della famiglia riceverà una lettera che lo invita compilare il questionario online per se stesso e per tutti gli altri membri, sarà parte del campione della rilevazione da lista (4 ottobre-13 dicembre); se invece la famiglia sarà informata dell’arrivo di un rilevatore, attraverso una lettera non nominativa e/o una locandina affissa negli androni, nei cortili dei palazzi, nelle abitazioni, sarà parte del campione della rilevazione areale (1 ottobre-18 novembre). Diversamente, se la famiglia non riceverà alcuna lettera né la visita di un rilevatore significa che non farà parte del campione.

Per tutta la durata delle operazioni censuarie sarà attivo l’Ufficio Comunale di Censimento ubicato al piano terra di Palazzo Gambacorti in via degli Uffizi, 1 con orario: dal lunedì al venerdì ore 9-12,30 e 15,00-17,00. Tel. 050910506-050910580; e-mail censimento@comune.isa.it. Numero verde ISTAT 800 188 802

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...