Litorale: più sicuro, più accessibile

Al Bagno Alma una giornata di sensibilizzazione sull’importanza dei cani bagnino, della sicurezza al mare e dell’accessibilità al litorale, alle spiagge, al mare. Perché il mare non è bello se non è davvero accessibile da parte di tutti:

Tutti al mare, nessuno escluso. E’ questo il titolo dell’iniziativa che si è svolta oggi al bagno Alma di Tirrenia. L’appuntamento, promosso da Sics Toscana, la Scuola cani salvataggio che per tutta l’estate è stata impegnata anche sulle spiagge del litorale pisano, e Sib, il sindacato balneari di Confcommercio Pisa, nell’ambito del progetto Un can-otto salvagente, aveva come obiettivo quello di sensibilizzare la cittadinanza sul tema dell’accessibilità alle spiagge e agli stabilimenti balneari del litorale. Durante la giornata le unità cinofile del Sics si sono intrattenute con i diversamente abili che hanno partecipato all’evento accompagnandoli anche in acqua grazie all’ausilio delle due sedie Job messe a disposizione dal Sib. 

“I cani bagnino sono protagonisti del nostro litorale – dichiara l’assessore al sociale e presidente della Sds Pisana Gianna Gambaccini – e svolgono un lavoro fondamentale non solo nel garantire la sicurezza dei bagnanti, ma anche per interventi di tipo educativo e sociale”.

La giornata di sensibilizzazione rientra fra le attività di Un can-otto salvagente. “Un progetto – dichiara l’assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno – che ha consentito di presidiare la nostra costa e di garantire sicurezza ai bagnanti tutti i fine settimana di luglio ed agosto con impiego di circa 40 cani bagnino e oltre 400 ore di servizio. E voglio ricordare che proprio grazie a questi stupendi amici a 4 zampe e ai loro volontari sono stati realizzati già due salvataggi in mare: uno l’11 luglio, l’altro durante l’estate scorsa”.

“Il concetto di accessibilità per tutti – dichiara l’assessore al litorale, Paolo Pesciatini – è un valore su cui non è possibile dire “siamo arrivati” e su cui anzi occorre una sempre maggiore sensibilizzazione. Tutti al mare nessuno escluso è un richiamo alla politica e a noi tutti alla responsabilità. Chi ha una qualche disabilità, motoria visiva cognitiva, è una persona che richiede solo servizi di qualità più elevata e dunque elementi di migliore accoglienza turistica, che vanno sempre a vantaggio di tutti, anche di coloro che in quel determinato momento pensano di non averne bisogno”.

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...