Gli uomini passano, le idee restano

Il 23 maggio del 1992 Giovanni Falcone, sua moglie e gli uomini della scorta morivano nella strage di Capaci; dopo 57 giorni, il 19 luglio, in via D’Amelio venivano uccisi Paolo Borsellino e la sua scorta. A 29 anni di distanza, la Giornata della Legalità non serve solo a ricordarli, ma a portare avanti le loro idee.

“Gli uomini passano, le idee restano” lo disse proprio Giovanni Falcone, cosciente di quanto in bilico fosse la vita di chi faceva un mestiere come il suo: ripeterle oggi, in occasione della Giornata della Legalità, istituita proprio in onore del lavoro portato avanti dai due magistrati e dai tanti che come loro hanno sacrificato la propria vita per il bene della comunità, non deve limitarsi ad una celebrazione della sola memoria. ma servirci da promemoria, ricordarci che all’impegno in qualcosa che reputiamo giusto non dobbiamo rinunciare mai.

Qualche giorno fa, è stato esposto il lenzuolo con i volti di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino sulla facciata di Palazzo Gambacorti, consegnato al Comune dall’Arma dei Carabinieri di Pisa.

“Abbiamo accolto con entusiasmo l’iniziativa della Fondazione Giovanni Falcone – ha dichiarato il sindaco di Pisa Michele Conti -. condividendo le finalità e ravvisandone la necessità visto che, purtroppo, anche la nostra regione ha dimostrato di non essere immune da tentativi di infiltrazioni mafiose. Per noi è un vanto e un orgoglio esporre sul palazzo del Municipio il lenzuolo con i volti di Falcone e Borsellino, esempio per tutti gli italiani, in particolare per gli uomini delle istituzioni. Con questo gesto simbolico, insieme al Prefetto Giuseppe Castaldo e ai rappresentanti di tutte le forze dell’ordine della città di Pisa, vogliamo rinnovare e coltivare l’impegno di promuovere la cultura della legalità nella nostra società, sia nella pratica dell’esercizio delle nostre funzioni che nell’educazione permanente ai valori dell’antimafia, in ricordo delle tante vittime di mafia che hanno sacrificato la vita per affermare questi valori”.

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...