In vista della movida

Torna anche quest’anno, in previsione della bella stagione. il contingentamento delle presenze nell’area di piazza delle Vettovaglie, usuale punto di ritrovo nelle sere pisane, soprattutto con la bella stagione: una misura che cerca di evitare assembramenti ma che è molto difficile da attuare.

Sul fatto che si debba cercare di evitare gli assembramenti siamo tutti d’accordo; che stare distanti sia l’unico modo per evitare l’eventuale trasmissione del virus è una verità inattaccabile; eppure rinunciare a quell’assembramento naturale, a quel po’ di folla che si raduna per le strade e nelle piazze soprattutto quando le giornate si allungano e la sera si sta bene fuori è molto difficile: da fare, soprattutto per i più giovani, e da verificare, per chi è preposto ad evitare che si creino calche e affollamenti.

Sì, perché di questo si tratterà anche in questa primavera e nella prossima estate: replicando l’esperienza del 2020, un’ordinanza contingibile ed urgente regolamenta l’accesso e lo stazionamento in piazza delle Vettovaglie che da sempre si distingue proprio come luogo di ritrovo. A partire dal 14 maggio, nei giorni di venerdì e sabato, dalle 17 alle 21.45, l’ingresso nella piazza sarà consentito fino al limite dei posti disponibili ai tavoli collocati nell’area dalle attività commerciali. Sarà comunque possibile accedere alla piazza per comprare prodotti dagli esercizi presenti ma, una volta acquistata la merce, non si potrà stazionare né consumarla in loco. Resta sempre consentito, invece, l’accesso ai residenti, al personale di soccorso ed a quello di polizia. L’ordinanza resterà in vigore per tutto il mese di maggio, salvo proroghe dovute alla situazione epidemiologica. Per il mancato rispetto della misura è prevista una multa che va da 400 a 3 mila euro. Sanzione che raddoppia, da 800 a 6 mila euro, in caso di reiterazione della violazione.

“Il provvedimento – dichiara l’assessore alla sicurezza, Giovanna Bonanno – nasce dalla constatazione che in piazza delle Vettovaglie si concentrano pubblici esercizi ed attività commerciali che di fatto favoriscono la presenza di un elevato numero di persone anche oltre l’orario di apertura delle attività, rendendo impossibile il rispetto del norme sul distanziamento sociale e di contrasto alla diffusione del virus. I servizi di controllo effettuati dalla Polizia Municipale e dalle altre forze di polizia hanno infatti evidenziato enormi difficoltà nel garantire il rispetto delle prescrizioni a causa delle condizioni di forte aggregazione, dovute anche allo stazionamento all’interno della piazza di persone intente a consumare bevande alcoliche acquistate nei pubblici esercizi presenti. L’ordinanza mira quindi a scongiurare situazioni di assembramento e garantire il rispetto delle misure di contrasto alla diffusione del virus”.

Riusciranno Polizia Municipale e “altre forze di polizia” a scongiurare questo pericolo, a monitorare il flusso di persone in entrata e in uscita dalla piazza, a tenere il conto di quante persone ci siano e a far rispettare queste regole?

Intanto, dal comune fanno sapere che “in presenza di un elevato numero di persone, gli organi di polizia in servizio potranno disporre la momentanea chiusura della piazza fino a quando il numero di persone non sia diminuito. Gli accessi a piazza delle Vettovaglie potranno inoltre essere presidiati da personale delle agenzie private di vigilanza, in possesso di apposita qualifica prefettizia, con le quali il Comune di Pisa stipulerà appositi contratti”.

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...