C’è bisogno di ridere

Nuova trasmissione satirica su 50 Canale con Alessandro Paci, Kagliostro e Benedetta Rossi: dal 15 febbraio, Quelli del tubo, in onda da lunedì a venerdì alle 20.30, sarà un’occasione per ridere, ma anche per riflettere sul ruolo dello spettacolo e sul contatto con il pubblico in questo periodo. Ce lo racconta Kagliostro, uno dei protagonisti.

Il format è collaudato, dopo anni di trasmissioni prima su Italia 7 e poi su RTV38, ma rinnovato dall’innesto, accanto a Alessandro Paci e Kagliostro, di Benedetta Rossi. L’orario, quello del traino verso la prima serata: una mezzoretta a partire dalle 20.30; ma certo l’approdo di Quelli del Tubo su 50 Canale è una soddisfazione e l’inizio di una nuova avventura. “A 50 Canale – racconta Kagliostro – abbiamo trovato un ambiente collaborativo e siamo stati accolti da una grande disponibilità”.

“L’idea – racconta il comico, nome d’arte di Alessio Nonfanti – è quella di trasmettere filmati buffi, curiosi, strampalati e commentarli per metterne in risalto proprio la ridicolezza. Naturalmente in questo è fondamentale l’affiatamento fra di noi e, se con Paci il feeling è ormai più che rodato, sono molto felice di poter lavorare con Benedetta Rossi che certamente non è solo una presenza fotogenica, ma un’attrice e presentatrice in grado di tenere il ritmo della nostra parlantina e seguire i voli pindarici delle nostre gag. Sembra incredibile, ma non abbiamo niente di preparato”. E forse è proprio questa una chiave del successo di questo spettacolo in fin dei conti così semplice e sempre così efficace: la spontaneità.

Sembra strano, in un periodo come questo, pensare a ridere e a far ridere “e invece è fondamentale: non solo – spiega – perché si tratta del nostro mestiere e di quello di tanti, tanti altri lavoratori dello spettacolo che hanno passato un anno difficile, ma perché forse proprio in momenti come questo ce n’è più bisogno. Per tutti quelli che lavorano nello spettacolo questo periodo è stato difficile per le limitazioni che hanno reso in tanti casi impossibile lavorare, certo, ma anche per la mancanza di contatto con il pubblico, per noi fondamentale”.

Ecco che proprio l’idea del programma, imperniato sul rapporto di scambio con il pubblico, invitato a condividere video e immagini particolarmente divertenti, è un punto di forza dell’operazione: gli spettatori sono coinvolti e i conduttori percepiscono la loro partecipazione ricevendo i contributi che saranno la base sulla quale lavorare.

Il periodo di distanza dallo spettacolo, soprattutto quello dal vivo, non ha scoraggiato Kagliostro: “in questi mesi ho scritto due sceneggiature e ho lavorato ad un romanzo. In più, il 3 marzo sarà disponibile un film che ci vede protagonisti: Anno nuovo, vita nuova, una commedia con al centro una coppia che vuole adottare un bimbo e un amico che la truffa con un escamotage tutto da ridere”.

E di ridere, l’abbiamo capito, c’è sempre bisogno.

Chi vuole può inviare video o immagini a fb.com/quellideltubo50canale o a quellideltubo@50canale.tv

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...