La cultura, la cultura

Mentre si propone anche per il prossimo anno il premio Galileo tra arte e scienza, che incentiva la creatività in tutte le sue forme e celebra la cultura nel nome del nostro concittadino più illustre, si sottolinea quanto due recenti bandi comunali guardino a chi fa cultura e in questo periodo è stato fortemente penalizzato.

C’è tempo fino all’11 dicembre per partecipare alla seconda edizione del concorso che quest’anno, al suo esordio, ha visto un grandissimo successo di adesioni: Galileo tra arte e scienza è il contest per le opere di tutti i tipi che si concluderà nell’ambito delle Giornate Galileiane che si terranno a febbraio 2021.

Ogni forma d’arte è ammessa:

le categorie delle opere ammesse al contest sono: categoria 2D, opere inedite che sono principalmente su un piano (pittura, disegno, incisione, ecc.); categoria 3D, opere inedite che occupano uno spazio, concepite per essere viste da più lati (sculture, installazioni); categoria 4D, opere inedite basate sul tempo (performance e video). I criteri fondamentali di selezione sono la qualità, la ricerca, l’originalità e contemporaneità dell’opera. Non ci sono limitazioni di tecnica o stile: è ammesso ogni linguaggio dell’arte, come pittura, scultura, installazione, arti scenografiche, grafica, fotografia, video, performance.  Sono ammesse tutte le tecniche: olio, tempera, acrilico, vernice industriale, inchiostro, grafite, acquerello, disegno, gouache, collage, i vari tipi di stampa in piano, digitale, a rilievo, in cavo (xilografia, incisione, litografia, serigrafia ecc.), su qualsiasi tipo di supporto anche prestampato, computer grafica, collage e applicazioni polimateriche, fotografie digitali e analogiche, bianco e nero o a colori, sound art, istallazioni video e sonore, videoarte e animazioni sperimentali, happening o live painting documentate in video.

E mentre già si pensa ad un prossimo futuro in cui la cultura potrà essere protagonista di eventi finalmente liberi da restrizioni, l’assessore alla cultura del Comune di Pisa, Pierpaolo Magnani sottolinea che nel 2020 sono stati assegnati complessivamente 290mila euro ad associazioni e artisti locali. E’ stato possibile, anche, grazie a due bandi pubblicati in questi giorni, uno per la concessione dei contributi ordinari rivolti alle associazioni culturali e uno per l’erogazione una tantum a favore delle associazioni che hanno sospeso le proprie attività durante il lockdown, ma hanno dovuto pagare gli affitti per le proprie sedi.

“L’Amministrazione Comunale – spiega l’assessore alla cultura Pierpaolo Magnani – sta stanziando a fine 2020 circa 140 mila euro per sostenere il mondo dell’associazionismo culturale che riteniamo un patrimonio da tutelare, soprattutto in questo periodo di pandemia che ha costretto tante associazioni a sospendere le proprie attività. Per questo motivo, abbiamo aggiunto al bando per i contributi ordinari, pubblicato in questi giorni con un budget provvisorio di 8 mila euro a cui aggiungeremo ulteriori 80 mila euro a fine novembre, quello una tantum legato al periodo di lockdown che assegna 50 mila euro alle associazioni che hanno sospeso la propria attività ma hanno continuato a pagare le spese per i canoni di locazione. Questi contributi seguono al concorso 2020 L’anno sospeso a cui abbiamo destinato 35 mila euro e alla rassegna del Giardino Scotto, un investimento di 100 mila euro che a breve vedrà la liquidazione dei contributi per tutti gli artisti che hanno partecipato. A tutto ciò aggiungiamo la seconda edizione del premio dedicato a Galileo, che l’anno scorso ha riscosso molta partecipazione e che assegnerà premi ai partecipanti per un totale di circa 15 mila euro, un’altra occasione per offrire agli artisti di ogni disciplina l’opportunità di esprimersi e concorrere all’aggiudicazione di un premio in denaro, in un momento di grande necessità per la categoria. Se sommiamo tutti gli interventi realizzati nel 2020, arriviamo ad un investimento complessivo annuale di 290 mila euro, interamente a sostegno del comparto cultura della città, con particolare attenzione ad associazioni cittadine ed artisti locali.”

Contributo per le associazioni nel periodo di lockdown. A seguito della pandemia da Covid-19, l’amministrazione comunale di Pisa ha deciso di aiutare le attività culturali, in particolare quelle che sono state costrette alla sospensione o all’interruzione delle loro attività a causa dell’emergenza, stanziando la somma di 50 mila euro con l’obiettivo proprio di far fronte ai pagamenti dei canoni di locazione. Ne possono beneficiare associazioni legalmente costituite con sede nella Provincia di Pisa che hanno regolare contratto di affitto per immobili o sedi ubicati nel Comune di Pisa e rimasti chiusi nella fase 1 e nella 2 dell’emergenza Covid-19, ossia dal 9 marzo al 14 giugno 2020. Il contributo è valido anche per chi ha canoni di leasing o di concessione.

Per richiedere il contributo c’è tempo fino al 30 novembre. Il testo completo del bando e il modulo per la partecipazione si può trovare nella sezione “Bandi / Altri bandi” del Comune di Pisa. La domanda di partecipazione va presentata – utilizzando necessariamente il modulo predisposto dal Comune, completo in tutti i dati e sottoscritto – entro le ore 11 del 30 novembre esclusivamente mediante PEC all’indirizzo comune.pisa@postacert.toscana.it indicando come oggetto “Sostegno canone di locazione associazioni culturali”.

Contributi ordinari per le associazioni culturali. È stato pubblicato da pochi giorni il bando per i contributi a sostegno di associazioni, fondazioni o altri soggetti del terzo settore operanti nel settore della cultura e della valorizzazione del territorio pisano in ambito culturale. Possono usufruire del contributo le associazioni, fondazioni, comitati o altri soggetti privati non aventi scopo di lucro, operanti nel settore della cultura, con sede nel Comune di Pisa o che svolgano attività nel territorio del Comune di Pisa. A ogni associazione può essere assegnato un contributo pari al massimo al 75% del budget totale previsto dal soggetto attuatore e comunque non superiore a 10 mila euro.

Le domande, che dovranno pervenire entro le ore 11 del 4 dicembre, dovranno essere consegnate a mano all’ URP – Lungarno Galilei, 43 – 56125 Pisa (ingresso da Piazza XX Settembre), negli orari e modalità di apertura al pubblico, oppure tramite raccomandata o Pec (comune.pisa@postacert.toscana.it) al Protocollo Generale del Comune di Pisa. Il bando e gli allegati sono disponibili sul sito web del Comune di Pisa nella sezione “Bandi di Gara e altri bandi” accessibile dalla home page. 

Contest Galileo Galilei tra arte e scienza Le domande devono essere indirizzate a: COMUNE di PISA – Direzione Servizi educativi e Cultura c/o URP/Ufficio Protocollo Lungarno Galilei, 43 – 56125 Pisa e devono riportare all’esterno la dicitura “CONTEST ARTISTICO GALILEO GALILEI TRA ARTE E SCIENZA. 2^ EDIZIONE”. Il plico deve pervenire all’Archivio del Comune di Pisa entro e non oltre le ore 11.00 del giorno 11 dicembre. Il bando con gli allegati è disponibile sul sito web del Comune di Pisa, nella sezione Bandi di concorso – Altri Bandi.

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...