Fibonacci on line

Nel 1170 nasceva a Pisa Leonardo Fibonacci, il matematico che portò in occidente le conoscenze degli arabi aprendo le porte ad una vera rivoluzione. 850 anni dopo, lo ricordiamo con quattro giorni di celebrazioni online che lui, da matematico, di sicuro gradirà.

Fibonacci viene ricordato il 23 novembre perché nella notazione americana si scrive 11/23 e 1123 sono i primi quattro numeri della sequenza che porta il suo nome. Roba di numeri. Ed è proprio a lui che i numeri ce li ha fatti guardare in maniera diversa, che ha scritto il rivoluzionario Liber Abaci, la cui intuizione si applica dall’arte all’aritmetica, dalla geometria alla biologia fino al web, a lui che nacque a Pisa 850 anni fa, la città dedica le Giornate Fibonacci.

Dal 20 al 23 novembre, un programma di convegni, incontri, concerti dedicati alla sua figura. Un programma che, già organizzato da tempo da Comune, l’Università e il Sistema Museale di Ateneo, in collaborazione con la Scuola Normale Superiore e l’Ufficio Scolastico Provinciale, non poteva essere rimandato.

“L’emergenza Covid-19 non poteva fermare questo importante anniversario – commenta il Rettore, Paolo Mancarella – Celebrare Leonardo Fibonacci ad 850 anni dalla sua nascita significa, per la nostra Università, rendere omaggio ad un uomo che ha lasciato un segno indelebile nella storia dell’umanità. E se da un lato può dispiacere l’aver dovuto riprogrammare tutti gli eventi in modalità a distanza, mi piace pensare che anche questo è un modo per onorare il suo genio. Non dobbiamo dimenticare, d’altronde, che la famosa serie di Fibonacci, che ha un’applicazione quasi universale, dall’arte all’aritmetica e dalla geometria alla biologia, è utilizzata anche nel web e in informatica per risolvere alcuni particolarissimi algoritmi”.

Convegni, incontri, concerti che si svolgeranno tutti da remoto, con dirette sui canali Facebook e YouTube del Comune, dell’Università e della Scuola Normale. In programma anche la emissione di un francobollo commemorativo, il primo che Poste Italiane dedica alla figura Leonardo Fibonacci.

“Fibonacci – spiega il professor Luigi Ambrosio, direttore della Scuola Normale Superiore – è stato un matematico fondamentale, il suo lavoro costituì un ponte fra la matematica nota nel mondo occidentale e quella degli arabi. Una figura di scienziato internazionale, nuova appunto perché capace di recepire due culture scientifiche lontane e di avvicinarle. Come Scuola Normale abbiamo ricordato la sua grandezza dando il suo nome a uno dei nostri gruppi di ricerca, il Laboratorio Fibonacci”.

Purtroppo, parte degli eventi pensati per celebrare il matematico nato a Pisa nel 1170 non potranno svolgersi per le limitazioni cui dobbiamo attenerci, ma, assicura l’assessore al turismo del Comune di Pisa Paolo Pesciatini “mostre, presentazioni, visite guidate e gli altri approfondimenti volti alla scoperta delle spettacolari implicazioni che la successione di Fibonacci e il numero aureo hanno nella musica, nelle arti figurative, nell’armonia della natura sono soltanto rinviati”.

Il programma

Venerdì 20 novembre ore 17 – Saluti ufficiali e presentazione dei giorni dedicati a Leonardo Fibonacci. Interventi di Michele Conti, sindaco di Pisa, Paolo Mancarella, rettore Università di Pisa. Lezione su Fibonacci di Pier Daniele Napolitani. Modera Chiara Bodei.

Sabato 21 novembre ore 17 – Presentazione del volume Ipotesi per Fibonacci, antologia di racconti inediti di fantascienza. Con gli autori Linda De Santi, Alessandro Fambrini e Francesco Verso. Modera Fabio Gadducci.

Domenica 22 novembre ore 17 – Fibonacci nelle scienze e nelle arti. Con Marco Abate, Pierluigi Barrotta, Massimo Dringoli, Sergio Giudici, Dario Matteoni. Modera Giuseppe Mazzotta.

Lunedì 23 novembre 

ore 11 – La fumettista Claudia Flandoli, autrice de Il libro di Leonardo, incontra gli studenti del Liceo Artistico F. Russoli. Introduce Fabio Gadducci

ore 16.30 – Cerimonia per l’emissione e annullo speciale del francobollo dedicato a Leonardo Pisano detto Fibonacci. Interventi di Michele Conti, sindaco di Pisa, Paolo Mancarella, rettore Università di Pisa, Paolo Pesciatini, assessore al turismo Comune di Pisa, Consuelo Loiero, direttrice provinciale di Pisa di Poste Italiane. 

ore 17 – Concerto per clavicembalo. Elisabetta Guglielmin suona le Variazioni Goldberg BWV 988 di J. S. Bach. Introduce Sergio Giudici.

ore 18 – Presentazione del libro L’uomo che ci regalò i numeri di Paolo Ciampi. Modera Michele Taddei.

#Fibonacci850 – #GiornateFibonacci 

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...