Variante stadio: è fatta

Approvata in consiglio comunale la Variante Stadio: l’Arena Garibaldi, e la zona di Porta a Lucca, potranno essere riqualificate grazie a questo nuovo strumento urbanistico.

foto Daniele Francesconi

Il consiglio comunale ha approvato in via definitiva la variante al piano strutturale e al regolamento urbanistico per la riqualificazione funzionale ed ambientale dell’Arena Garibaldi – Stadio Romeo Anconetani. La delibera è stata approvata a maggioranza con 20 voti favorevoli (Lega, Noi Adesso Pisa – Fratelli d’Italia, Forza Italia, Pisa nel Cuore, Gruppo Misto) mentre l’opposizione ha espresso 4 voti contrari (1 Diritti in Comune, 3 PD). Assenti i consiglieri del Movimento 5 stelle e di Patto Civico.

“Una votazione che rimarrà nella storia della nostra città – ha commentato il Sindaco Michele Conti -, un atto di cui andiamo molto orgogliosi soprattutto per la celerità con cui siamo riusciti a portare a termine questo importante iter urbanistico: sono passati meno di due anni dal nostro insediamento e siamo riusciti a centrare, con grande soddisfazione, un obiettivo così importante. Con la variante evitiamo di consumare nuovo suolo cancellando la previsione a Ospedaletto e riportiamo lo stadio a casa, laddove esiste dai primi del novecento, permettendone la riqualificazione e, più in generale, quella del quartiere di Porta a Lucca. Abbiamo mantenuto le promesse  rispettando puntualmente il cronoprogramma di lavoro che ci eravamo dati. Per questo risultato ringrazio gli uffici per il prezioso lavoro e i consiglieri comunali non solo per questi due giorni impegnativi, ma anche per il lavoro dei mesi passati in cui si sono tenute molte commissioni consiliari per discutere gli atti e le osservazioni presentate. Ringrazio in particolare i consiglieri di maggioranza che hanno presentato e approvato un ordine del giorno che fa chiarezza anche sugli aspetti successivi, quelli relativi al piano economico finanziario e alla fase due, quella relativa alla realizzazione dell’infrastruttura.  Quello di oggi è un atto fondamentale per la città di Pisa che può sicuramente vantare uno strumento urbanistico importante per la riqualificazione dello stadio e del quartiere di Porta a Lucca”.

Mentre dall’ A.C. Pisa 1909 si sottolinea che “il progetto stadio non rappresenta solo un’opera di rifacimento di un impianto sportivo ma un intervento di radicale ristrutturazione e rivalutazione di un’importante area della città situata a poche centinaia di metri dalla Torre Pendente, l’orgoglio di Pisa” , anche l’assessore all’urbanistica e alla mobilità Massimo Dringoli conferma che “con l’approvazione della variante stadio si darà modo, finalmente, a chi vuole investire in quell’area, per la riqualificazione dell’impianto sportivo e, di conseguenza, dell’intero quartiere. Ora – continua l’assessore – il Comune di Pisa ha uno strumento urbanistico chiaro che indica i criteri per tenere in conto le giuste esigenze del privato ma anche quelle pubbliche, e che riguardano una nuova mobilità, i parcheggi e molto altro. A questo punto, chi è interessato a investire potrà farlo, presentando un piano attuativo, per dettagliare il tipo di interventi. Come Amministrazione siamo riusciti finalmente a dare la possibilità a chi vuole riqualificare lo stadio di avere tutti gli strumenti per farlo, certi che l’interesse pubblico sarà garantito”.

“Un traguardo atteso da tempo non solo dagli sportivi ma da tutti i cittadini – ha dichiarato l’assessore ai lavori pubblici e impianti sportivi Raffaele Latrofa -, in particolare quelli del quartiere di Porta a Lucca che sarà completamente riqualificato quando le opere della variante saranno realizzate; un punto importante del programma elettorale già raggiunto prima dello scadere del secondo anno di mandato. Un risultato da ascrivere all’azione corale da parte della maggioranza e della Giunta, una particolare soddisfazione per chi come me si è speso sul tema a partire dal 2017, quando ero in minoranza. A questo proposito mi ha fatto piacere constatare che tante componenti del consiglio comunale, mi riferisco all’attuale minoranza, hanno cambiato idea: nelle dichiarazioni che ho ascoltato ora sono diventati tutti a favore dello stadio a Porta a Lucca, pur con alcuni distinguo. Ricordo sempre che il 20 aprile 2017, quando da consigliere di minoranza presentai un ordine del giorno per spostare la previsione dello stadio da Ospedaletto a Porta a Lucca, l’allora maggioranza, oggi minoranza, votò compattamente contraria. Da oggi la palla passa al Pisa Sporting Club, ma non abbiamo dubbi che presto la società presenterà un progetto definitivo con il famoso piano economico finanziario. Noi continueremo a svolgere la nostra azione di controllo a tutela dei cittadini e del quartiere, con la speranza che i tempi siano celeri e il prima possibile tutto questo sforzo da parte dell’amministrazione comunale si traduca con la realizzazione dell’opera”.

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...