Va bene, quasi, tutto

Va bene le regole, va bene il rispetto, va bene la gravità della situazione, va bene l’eccezionalità; va bene la collaborazione, va bene la responsabilità personale, va bene il contributo personale alla causa, va bene il “se ognuno fa la sua parte”; va bene che l’aperitivo non sia la cosa più importante del mondo, anche se forse è piazzato bene in classifica; va bene che la socialità fluida che si crea per le strade della città quando le giornate si allungano e hai voglia di fare tardi camminando mentre sorseggi qualcosa di fresco non vada d’accordo con i protocolli di sicurezza. Va bene, quasi, tutto; ma la notizia che dovremo trasformarci in assistenti civici, guardie volontarie, ma inermi, della condotta altrui, lascia perplessi: o si tratta di ronde o si tratta di quello che una volta si chiamava educazione o al massimo senso civico. Ma allora non era una brutta parola: significava che se vedevi qualcuno buttare una cartaccia per terra glielo facevi notare, quello arrossiva, si scusava e la buttava nel primo cestino che incontrava sgattaiolando via. Se è questo, non ha senso dargli un nome diverso, perché funziona solo se siamo tutti d’accordo; se invece sono ronde, siamo davvero sicuri che vadano bene?

leggi tutti gli articoli del diario dell’isolamento

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...