Servirebbe una spinta

Sapete quando uno si è impegnato, ce l’ha messa tutta: ha fatto cose che non aveva voglia di fare e non ne ha fatte altre che invece gli avrebbero fatto tanto piacere; ha ascoltato i consigli di chi, almeno in teoria, ne sapeva di più e sopportato gli sproloqui di chi, certamente, ne sapeva di meno; si è preparato al meglio, si è concentrato, è arrivato sulla linea di partenza. Ma poi si è fermato, non è volato di slancio e la partenza, si è dimostrata più difficile del previsto. Che si tratti delle prime pedalate sul triciclo o della ripresa di una vita quasi normale dopo due mesi di isolamento, a questo punto ci vorrebbe una spinta: quella della mamma in piedi dietro il triciclo o quella di una voglia di vivere che vinca tutte le paure, comunque una spinta d’incoraggiamento.

leggi tutti gli articoli del diario dell’isolamento

Elaborazione in corso…
Fatto! Sei nell'elenco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...