Coronavirus – Il Governo posticipa la sospensione degli sfratti al 30 giugno

Assessore Gambaccini: “Stanziato anche il contributo per la morosità incolpevole per il 2019. Una boccata di ossigeno per le famiglie in difficoltà”.

Comune di Pisa – In materia di emergenza abitativa, dopo che la Prefettura di Pisa aveva già accolto nei giorni scorsi la richiesta dell’assessore alle politiche abitative Gianna Gambaccini di sospendere i procedimenti di sfratto, sulla materia è intervenuto adesso anche il Governo con il Decreto Legge 17 marzo 2020 sulle “misure di potenziamento del Servizio Sanitario Nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19”. Nel decreto, tra le varie misure, si dispone la sospensione dell’esecuzione di rilascio degli immobili fino al 30 giugno, quindi posticipando ulteriormente la sospensione dei provvedimenti di sfratto che la Prefettura di Pisa aveva rimandato, in ambito locale, fino al 3 aprile.

Sempre sul fronte dell’emergenza abitativa, è stata appena stanziata da parte della Regione Toscana la quota del fondo statale assegnata al Comune di Pisa per il contributo sfratti, destinato agli inquilini morosi incolpevoli per l’anno 2019. Si tratta di una cifra complessiva di 380.186 euro che servirà a permettere il pagamento degli affitti per quei cittadini che hanno fatto domanda entro il 27 gennaio e hanno dimostrato che la morosità dello sfratto è stata causata in modo incolpevole, ovvero non hanno potuto pagare il canone di locazione per una sopravvenuta diminuzione del reddito (per licenziamento, riduzione orario di lavoro, cassa integrazione, mancato rinnovo di contratti a termine, cessazione attività, malattia grave o infortunio o decesso di un familiare). 

“L’assegnazione del contributo per la morosità incolpevole costituisce, ancor più in questo momento di emergenza sanitaria, una boccata di ossigeno per molte famiglie in difficoltà – spiega l’assessore alle politiche abitative Gianna Gambaccini – un aiuto che permette loro di sostenere il pagamento dell’affitto, garantendo dunque il titolo a disporre dell’appartamento in cui vivono, un’esigenza primaria in questo momento in cui è fondamentale rimanere in casa per limitare la diffusione del contagio. Come Comune di Pisa ci eravamo già attivati con una settimana di anticipo rispetto al Governo, chiedendo alla Prefettura di Pisa la sospensione delle procedure di sfratto, ma siamo soddisfatti che adesso, con il nuovo Decreto Legge varato dal Governo con le misure a sostegno delle famiglie, la sospensione sia prolungata fino al 30 giugno, in modo da garantire ai nuclei familiari con situazioni di fragilità sociale ed economica la permanenza all’interno del proprio domicilio, a tutela della loro sicurezza e nel rispetto delle prescrizioni del Governo in materia di diffusione di contagio da Covid-19”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...