I bei problemi d’una volta

Ora il problema, pur declinato in mille sfaccettature, è uno: lo conosciamo tutti, anche se è invisibile, subdolo e le sue caratteristiche ci sfuggono. Ma per un attimo, prima di rimettere a posto per la terza volta lo stesso cassetto o abbandonarsi all’ennesima puntata dell’ennesima serie alla quale ci siamo affezionati negli ultimi giorni, facciamo un ulteriore sforzo di relativizzazione (alla fine dell’isolamento saremo dei campioni).

Vi ricordate che solo poche settimane fa il problema era capire dov’era Bugo? Che poco prima l’affanno era trovare i Nutella Biscuits, per poterci poi immortalare su instagram con l’ambito trofeo? E poi, in ordine sparso: dove sono finiti i piani per le vacanze, le creme anticellulite, la corsa ai saldi, il dove andiamo per l’aperitivo, i vegani, i no vax, le polemiche sull’omeopatia, le gaffe di Amadeus, la Juve che non sembrava tanto in forma, gli immigrati che ci portano le malattie, il Papeete. Abbiamo dimenticato tutto, ma forse non è poi così male.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...