Da ragione, farsi torto

Ricognizione delle scritte comparse sui muri e sull’asfalto delle strade del centro dopo la sortita notturna dell’8 marzo. Che sostenendo qualcosa di indubbiamente giusto, ha però sbagliato nei modi.

L’assessore all’ambiente del Comune di Pisa Filippo Bedini, fa la conta dei danni e stima che per ripulire i muri, anche di palazzi storici, i monumenti, i marciapiedi, le strade e gli arredi urbani, ci vorranno circa 70.000 euro. Si tratta di una stima provvisoria fatta confrontando il numero, e la natura, delle scritte da cancellare, circa 300, con quelli degli sfregi che comparvero all’indomani dello sgombero del Galeone occupato: allora, per un numero molto inferiore di scritte su materiali per così dire più facili da trattare, ci vollero circa 15.000 euro.

“Siamo in attesa dei preventivi relativi alla rimozione delle scritte vandaliche effettuate sabato notte lungo tutto il percorso pedonale del centro storico che va da piazza Vittorio Emanuele fino a via Santa Maria, passando per Corso Italia, via San Martino, Ponte di Mezzo e l’asse di Borgo – spiega l’assessore all’ambiente Filippo Bedini -. Preventivi che abbiamo richiesto a ditte specializzate nel lavoro di rimozione delle vernici a spray su tutti i tipi di superfici, compresi i muri di palazzi storici e monumenti, che devono essere effettuate con le tecniche e le professionalità del restauratore. Questa volta infatti a essere imbrattati non sono stati soltanto normali intonaci, ma anche muri di palazzi sottoposti al vincolo della Soprintendenza, pavimentazioni in marmo e asfalto architettonico, arredi in marmo e acciaio corten, cassonetti interrati. Quindi le spese che dovrà sostenere il Comune saranno molto più alte rispetto al raid vandalico della scorsa estate, perché nel caso di palazzi vincolati, con muri in marmo e pietra le tecniche di pulizia e di restauro sono più specializzate e i costi lievitano. Non abbiamo ancora la cifra esatta per stimare il danno, ma valutiamo che questa volta il costo per ripulire l’intero centro storico sarà cinque volte tanto, raggiungendo la cifra di oltre 70 mila euro”.

Al di là delle cifre, comunque importanti, quello che colpisce è che, in questa occasione più che in quella, i motivi alla base delle proteste possono certamente essere condivisibili, ma si sono tradotti in una deturpazione di beni comuni quali sono i muri, le strade, i monumenti e gli arredi.

“Sono stati utilizzati – spiega la restauratrice Valeria Pulvirenti, incaricata di procede con la rimozione delle scritte sui muri in pietra di Palazzo Gambacorti – spray sintetici a solvente che penetra la pietra porosa in maniera molto aggressiva, soprattutto con i colori più intensi. Il procedimento di restauro prevede prima di applicare degli impacchi di pasta cellulosa, ricoperti con la pellicola che assorbono la vernice, poi gli impacchi vengono tolti per procedere con la microsabbiatura, il lavaggio e infine l’applicazione di un trattamento di protezione per rendere la pietra idrorepellente.”

“Come Amministrazione – prosegue l’assessore all’ambiente – stiamo valutando la strada per rivalerci nei confronti degli autori di questi atti vandalici, laddove le autorità preposte riescano ad individuare e perseguire gli autori del danno, attraverso l’analisi dei filmati delle telecamere che sono al vaglio della Polizia Municipale. In un momento così difficile e delicato come quello che sta vivendo la nostra città e l’intera nazione, caratterizzato dalla presenza di un’emergenza sanitaria di così grande portata, riteniamo ancor più grave quanto accaduto”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...