Coronavirus – Cosa si può fare e cosa no

Le risposte alle domande più comuni che ci stiamo facendo in questo periodo: se tutti rispettiamo le regole supereremo questo momento più velocemente.

Mentre tutta l’Italia cerca di limitare il contagio leggendo con apprensione i numeri dei bollettini giornalieri, a Pisa si firmano altre 25 ordinanze di quarantena (sono in tutto 115 dal 25 febbraio ad oggi) e si individuano due nuclei familiari provenienti dal nord Italia già in quarantena volontaria.

Ma cosa possiamo o non possiamo fare mentre aspettiamo che passi questo periodo? Nonostante i tanti appelli, in tanti ancora hanno dubbi rispetto alle attività quotidiane. Ecco allora un riepilogo:

Calma, intelligenza e buon senso dovranno governare le nostre decisioni individuali nei prossimi giorni.

1.      Sono un lavoratore, posso raggiungere il luogo di lavoro? SI, spostamenti solo per esigenze lavorative. se il lavoro è fuori dal proprio comune occorre l’autocertificazione.

2.      Posso andare a fare la spesa? SI, una persona per famiglia. solo nel proprio comune. ricordo che i centri commerciali rimarranno chiusi nei fine settimana.

3.      Posso andare al parco? SI, evitando luoghi affollati e mantenendo la distanza di sicurezza.

4.      Posso andare a casa di amici per una cena? NO, gli spostamenti non sono consentiti.

5.      Posso andare a trovare la fidanzata fuori comune? NO, si può lasciare il comune solo per ragioni di lavoro o di salute o necessità.

6.      Posso andare a prendere mio figlio dall’ex coniuge che abita fuori comune? SI, spostamento consentito per necessità.

7.      Ho i genitori anziani, posso raggiungerli? SI, spostamento consentito per necessità ma sarebbe meglio evitare. 

8.      Bar e ristoranti rimangono aperti? SI, ma solo dalle ore 06 alle 18.00, garantendo la distanza di sicurezza di un metro.

9.      E gli altri negozi? farmacie e parafarmacie saranno sempre aperte e gli altri negozi rimangono aperti solo se possono garantire le distanze di sicurezza.

“Dobbiamo attenerci alle disposizioni del Decreto, senza perdere la calma e con grande senso di responsabilità – ha detto il sindaco Michele Conti -. Rinnovo l’appello a tutti i cittadini di Pisa: Bisogna evitare ogni spostamento; è vietata ogni forma di assembramento anche all’aperto. Non uscite se non per motivi strettamente necessari e comunque sempre rispettando le distanze di sicurezza; se avete tosse, raffreddore o febbre non vi recate al Pronto Soccorso ma chiamate il vostro medico di base o pediatra. Gli anziani, gli immunodepressi e le persone con patologie devono assolutamente restare a casa”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...