Verso il 2021

Nasce il Comitato promotore per la candidatura di Pisa capitale italiana della cultura 2021: un sogno che coinvolge le istituzioni locali e tutti coloro che amano Pisa e la sua cultura.

I referenti di enti, istituzioni e realtà pisane che costituiranno il Comitato promotore per la candidatura di Pisa capitale italiana della cultura 2021hanno incontrato il sindaco di Pisa, Michele Conti, l’assessore alla cultura, Pierpaolo Magnani per fare il punto su contenuti e metodi per la costituzione del dossier di candidatura. Al momento insomma si tratta dei primi passi necessari per ambire a far parte della rosa dei comuni candidati a diventare Capitale Italiana della Cultura per il prossimo anno: una possibilità per la quale certo non ci mancano bellezze e storia, ma che, costituendo una vetrina a livello non solo nazionale, resta un’occasione ambitissima e per la quale si crea una vera e propria sfida tra le diverse realtà.

Ma chi non sogna non saprà nemmeno di avere sogni da realizzare e non potrà attivarsi per farlo.

“Credo che la candidatura – ha detto il sindaco Michele Conti – debba essere una grande opportunità per tracciare quelle linee guida che assicurino una prospettiva e una visione del futuro della nostra città. Proprio partendo dal grande patrimonio umano in primo luogo e poi storico e artistico, Pisa è già una capitale della cultura ma noi dobbiamo dimostrare che con la cultura, la ricerca e l’innovazione tecnologica, la condivisione dei saperi, possiamo costruire la città del futuro. L’obiettivo che ci poniamo è mettere le nuove tecnologie al servizio della valorizzazione e della fruizione del patrimonio storico artistico, grazie alla ricerca e alle tante realtà esistenti in città nel campo dell’innovazione e della creatività. Una sfida che può rappresentare una autentica opportunità di crescita e di sviluppo per la nostra comunità”.

Erano presenti i rappresentanti di Università di Pisa, Scuola Normale Superiore, Scuola Superiore Sant’Anna, Opera Primaziale Pisana, Cnr-Isn, Fondazione Pisa, Fondazione Teatro di Pisa, Internet Festival, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, Scuola superiore mediazione linguistica, CNIT (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni), Coopculture, Navicelli, Inkymind, Gate spa, Fuco-Fucina contemporanea, Officine Garibaldi, Acquario della memoria, Alma Artis.

Nel corso dell’incontro è stato reso noto che nell’ambito degli uffici comunali sta già lavorando un gruppo di lavoro interno, mentre l’assessore Magnani ha indicato Dario Matteoni, già direttore del Museo nazionale di palazzo Reale e del Museo nazionale di San Matteo di Pisa, quale coordinatore delle prossime attività del Comitato cui faranno parte tutti i soggetti mentre altri potranno aggiungersi in seguito. Nei prossimi giorni sarà incaricata una società specializzata per il supporto nella redazione del dossier. La prossima riunione del Comitato promotore è stata programma venerdì 31 gennaio sempre a palazzo Gambacorti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...